Nuovo su Alopecia24? Stai cercando informazioni sull'Alopecia? INIZIA DA QUI

Cura Alopecia 2016: Intervista al Dott. Giovanni Brotzu

Giovanni BrotzuOggi, 30 gennaio 2016, parliamo di alopecia con il Dott. Giovanni Brotzu ed in particolare della sua ultima scoperta in merito ad una nuova cura per l’alopecia. Per un introduzione sul tema potete leggere il nostro precedente articolo.

1) Quale è stato il vero e proprio anello di congiunzione tra i trattamenti per la microangiopatia diabetica e quelli per l’alopecia?

Il primo sintomo delle arteriopatie è la caduta dei peli degli arti, seguita poi da tutta la sintomatologia. Questo mi ha fatto pensare che in tutte le varie forme di alopecia (Totalis, Arearta, Andogenetica ect) vi fosse un coinvolgimento della microcircolazione

2) State valutando qualcosa in alternativa alla PGE1?

Stiamo approfondendo l’uso del precursore della PGE1, alfine di capire, se pure avendo la stessa capacità, genera dei benefici maggiori.
Il primo componente della lozione contenente i Liposomi Cationici che trasportavano PGE1 era da considerarsi un farmaco. Pertanto avrebbe richiesto una lunga e costosa sperimentazione. Varie ditte intervistate hanno pensato che la sperimentazione sarebbe stata troppo costosa ed non hanno voluto procedere alle varie fasi della sperimentazione del prodotto.
Abbiamo controllato se il precursore biochimico della PGE1, il Dihomo-Gamma-Linolenic Acid (DGLA) avesse gli stessi effetti. Il DGLA trasportato nella cute dai liposomi Cationici aveva la stessa capacità, col vantaggio che la lozione smetteva di essere un farmaco che richiedeva complesse sperimentazioni e autorizzazioni.

3) Qual è stata la prima reazione nell’osservare il funzionamento del farmaco per la cura dell’insufficienza vascolare nei soggetti affetti da diabete, anche in persone con la calvizie?

Il farmaco per l’impiego farmacologico nel diabete è un prodotto che viene iniettato endovena ed agisce su tanti apparati, rene , neuropatie periferiche. A livello cutaneo determina una migliore ossigenazione la guarigione delle ulcere cutanee oltre alla ricrescita dei peli. Quest’ultimo particolare ha fatto pensare che poteva essere impiegato per il trattamento dell’alopecia, non come farmaco iniettabile ma come lozione.

4) Ad oggi quanti soggetti hanno sperimentato il farmaco per la cura dell’alopecia? E con quali risultati?

La prima lozione è stata sperimentata circa 5 anni fa, l’ultima formulazione da circa 2 anni e mezzo. Abbiamo trattato un centinaio di alopecie androgenetiche di vario stadio ed attualmente sono sotto trattamento 15 alopecie totali e areate.

5) Può essere utilizzato da tutti, dai bambini agli anziani? Vi sono effetti collaterali?

Non abbiamo riscontrato effetti collaterali, la lozione a nostro parere può essere impiegato da tutti

6) Quali sono i fattori dai quali dipende l’efficacia del risultato? E quanto dovrebbe durare il trattamento?

IL primo fattore è l’età del soggetto, più è giovane prima si osservano le risposte positive, il secondo è da quanto tempo è comparsa l’alopecia.
Nelle alopecie androgenetiche se la lozione viene applicata all’inizio la risposta è immediata,.
Bisogna precisare in ogni caso il trattamento deve essere ripetuto varie volte nel tempo, perché esso non agisce sulle cause che determinano l’alopecia ma impedisce alle cause di agire.

7) Entro quando, nello specifico, verrà messo in commercio? Vi sono delle difficoltà in Italia o tutto filerà liscio?

Reputo che potrà entrare in commercio entro 12 mesi. Bisogna rispettare le normative del settore.
Alla conclusione della sperimentazione, valuteremo l’approccio migliore alfine di mettere in commercio il prodotto in tempi ragionevoli.

NOTA DI ALOPECIA24.IT del 30/06/2016: L’azienda farmaceutica FIDIA sta testando il nuovo farmaco, ma non è ancora in grado di dare una data precisa per il rilascio. Maggiori informazioni si trovano sul nostro articolo sulla nuova cura per la calvizie

Il prof. Brotzu, recentemente contattato, ci dice che “Io sto eseguendo una ricerca in pazienti con Alopecia areata e totalis mentre la FIDIA sta eseguendo un test a Milano sull’alopecia androgenetica. Penso che la Fidia metterà in commercio la lozione al termine del test di Milano, ma non ho informazioni precise. Chiedete alla Fidia. Cordiali saluti, Brotzu

8) Quale evoluzione potrà avere nel breve periodo la cura dell’alopecia?

Se verranno trattate le alopecie al loro inizio e poi tenute sotto controllo con eventuali applicazioni ripetute potremo non avere più calvi, con grande piacere dei barbieri e parrucchieri.

9) Passi avanti ‘frenati’ dalle difficoltà della ricerca a causa della mancanza di fondi. Vi sono miglioramenti in tal senso?

La ricerca attualmente in Italia non è certo facilitata. Le porto l’ esempio della ricerca sul farmaco per il trattamento dell’insufficienza vascolare diabetica, che sapevamo avrebbe funzionato. La sperimentazione avrebbe dovuto essere finita da un ente pubblico della Regione Autonoma della Sardegna, ma è stata interrotta, non mi chieda perché. L’unica cosa certa é che 10 anni di lavoro e ingenti investimenti sono stati distrutti.

10) Crede che l’alopecia possa essere definitivamente sconfitta entro i prossimi anni?

Si dipende logicamente da quando si interviene, prima si inizia, prima si interrompe la perdita dei capelli. Consideri anche che la nostra conoscenza di questo prodotto ci permette di affermare che è possibile recuperare almeno 5 anni di perdita dei capelli.