Hair Clinic
Nuovo su Alopecia24? Stai cercando informazioni sull'Alopecia? INIZIA DA QUI

Analisi Tricologica del Capello: Tricogramma

Il primo passo per la diagnosi dell’alopecia è l’analisi del capello. Studiando accuratamente la composizione e lo stato del capello, il medico è in grado di individuare le cause non psicologiche che ne comportano la caduta. Spesso disfunzioni ormonali o motivazioni genetiche sono i motivi che stanno dietro a patologie come l’alopecia e sono diagnosticabili proprio grazie all’analisi del capello, detta anche tricogramma.

Questo esame prevede l’analisi del capello al microscopio. Ciò che nel dettaglio studia ed analizza il medico è il ciclo di vita del capello che è divisibile in 3 differenti fasi:

  • anagen (crescita)
  • catagen (involuzione)
  • telogen (riposo)

Ogni capello, quindi, nasce, si sviluppa e cade, per poi ricrescere e ricominciare il suo ciclo di vita. Questo processo, all’interno dei follicoli piliferi, si ripete circa 20 volte nell’arco di vita di una persona dopo le quali i capelli smettono definitivamente di ricrescere. Analizzando il capello al microscopio, il medico è in grado di stabilire se una persona ha una capigliatura in salute o se siano presenti delle anomalie che intaccano il ciclo di ricrescita dei capelli.

ciclo di vita crescita capelli: anagen, catagen, telogen

La percentuale di durata di ogni singola fase del ciclo vitale del capello è di:

  • 80-90% in fase anagen
  • 1-2% in fase catagen
  • 10-20% in fase telogen

Se le analisi dimostrano che tali percentuali non sono rispettate, ad esempio se si assiste ad una diminuzione di capelli in fase anagen con un aumento di capelli nelle altre due fasi, probabilmente ci si trova davanti ad un problema di salute dei capelli e del cuoio capelluto. Il tricogramma consiste in un prelievo mediante strappo di 50 o 100 capelli dal cuoio capelluto. Il campione di capelli viene quindi analizzato al microscopio ottico o a luce polarizzata.

L’osservazione del fusto e della radice dei capelli, presente proprio perché il capello viene strappato e non tagliato, permette di stabilire se la loro distribuzione rispetta le percentuali sopra indicate. In presenza di sfalsamento dei dati ottenuti, si procede all’esame del cuoio capelluto e, se necessario, ad ulteriori test per individuare le cause che hanno portato all’anomalia del ciclo vitale del capello.

Spesso tale esame viene effettuato anche prima che il paziente si sottoponga al trapianto o autotrapianto dei capelli. Infatti, il medico che si accinge ad operare necessita del maggior numero di dati ed informazioni possibili sul capello per poter intervenire nella maniera più idonea ed adeguata.

analisi tricologica dei capelli: tricogramma

Caratteristiche del Tricogramma

Affinché il tricogramma sia attendibile, è necessario che rispetti alcune norme:

  • il paziente che si sottopone all’esame non dovrà lavarsi i capelli per alcuni giorni prima del test;
  • nelle due settimane precedenti al tricogramma si deve evitare l’utilizzo di qualunque trattamento cosmetico;
  • l’estrazione di capelli dal cuoio capelluto va effettuata mediante strappo nella direzione di crescita dei capelli. Solo così la struttura del capello non verrà danneggiata e con essa radice e bulbi piliferi;
  • il prelievo dei capelli, soprattutto nei casi di pazienti di sesso maschile, deve concentrarsi sulla nuca e la regione occipitale, le aree meno colpite da patologie del capello come l’alopecia. Inoltre, è necessario prelevare anche un piccolo campione sulla zona frontale in modo da assicurare la completa attendibilità del tricogramma;
  • nei pazienti che soffrono di alopecia androgenetica, sia che si tratti di uomini che di donne, il prelievo va effettuato anche nella zona di maggior diradamento dei capelli;
  • nei casi di persone affette da alopecia areata lo strappo va eseguito anche sul bordo dell’area diradata e nella zona contro-laterale.

Sottoporsi a questo tipo di esame del capello non solo consente un’accurata valutazione tricologica dello stato di salute dei propri capelli ma permette di escludere una serie di alterazioni del loro processo di crescita al fine di individuare le reali cause della caduta e i migliori rimedi per combatterla. Si consiglia, quindi, a tutti coloro che hanno capelli fini e sfibrati e, soprattutto a coloro che individuano un inizio di diradamento dei capelli. di farli analizzare tramite il tricogramma prima di iniziare qualsiasi trattamento.